I Giudici dell’esecuzione, dr.ssa Emilia Grassi e dr.ssa Simona Capurso, visto l’art. 4 D.L.n.137/20, che ha previsto che “all’art.54 ter co.1 del D.L.n.18/20, convertito, con modificazioni, dalla L.n.27/20, le parole “per la durata di sei mesi a decorrere dalla entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto” sono sostituite dalle seguenti “fino al 31 dicembre 2020”; ritenuto che la proroga della sospensione delle procedure esecutive aventi ad oggetto l’abitazione principale del debitore impone la revoca del provvedimento del 18 maggio 2020, nella parte in cui è stato disposto che “nelle procedure aventi ad oggetto l’abitazione principale del debitore la vendita sia fissata nel periodo 30 gennaio 2021 – 1 marzo 2021 e che gli adempimenti pubblicitari e le visite
da parte dei soggetti interessati presso gli immobili pignorati siano eseguite in data successiva al 30/10/2020 hanno revocato il provvedimento menzionato nella parte indicata, fermo il resto.

Print Friendly, PDF & Email