Alla riunione del Consiglio di ieri il Presidente ha illustrato al Consiglio gli esiti dell’incontro svoltosi lunedi 13.7 u.s. convocato, su richiesta dell’Unione Distrettuale degli Ordini Forensi della Toscana, dalla Presidente della Corte di Appello ed all’esito del quale si è convenuto di riservare una parte dell’orario di apertura delle cancellerie alle attività oggetto di prenotazione e una parte dell’orario di apertura alle attività conseguenti al libero accesso degli avvocati, con riserva al libero accesso di un orario non inferiore a un terzo e non superiore al 50%.
Il Presidente ha riferito, altresì, al Consiglio sull’incontro che si terrà domani 16.7 p.v., convocato dal Presidente del Tribunale al fine di dare dimostrazione al Consiglio dell’Ordine del gestionale predisposto da Aste Giudiziarie per la gestione delle prenotazioni alle cancellerie penali.
Il Presidente ha fatto presente come qualsiasi decisione in merito all’uso di tale sistema non potrà prescindere da una risposta alle richieste già formulate da questo Consiglio, come da delibere dell’8.7. u.s. e, comunque, da una manifestazione di volontà del Presidente del Tribunale di adeguarsi alla direttiva emanata dalla Presidente della Corte di Appello.
E’, inoltre, pervenuta ieri la risposta del Procuratore Capo sulla richiesta di libertà di accesso agli uffici formulata da questo Ordine in data 8.7 u.s. , con la quale si respinge la richiesta.
Il Consiglio all’unanimità ha dato mandato al Presidente di rispondere al Procuratore Capo, insistendo nelle richieste già formulate .
Si pubblica nuovamente il provvedimento della Presidente della Corte di Appello del 14.7.20

Print Friendly, PDF & Email